Stampa

PD KR ALLA CAROVANA ANTIMAFIA

Anche quest’anno il Partito Democratico di Crotone conferma la sua adesione alla Carovana antimafia che arriverà in città il 16 aprile prossimo. Un appuntamento importante, che negli anni si è consolidato anche grazie all’impegno delle tante associazioni che la sostengono.  La partecipazione del PD sta a significare non solo una presenza costante nella lotta alla criminalità organizzata, ma la convinzione che proprio appuntamenti come questi rappresentano occasioni uniche per unire il territorio e i soggetti che sul territorio operano per difendere chi vuole favorire uno sviluppo sano dello stesso. La carovana antimafia arriva a Crotone in un momento molto delicato, nelle scorse settimane infatti si sono registrati gli ennesimi episodi intimidatori a discapito di amministratori locali e inquietanti tentativi di intimidazione anche a figure da sempre impegnate in primo piano nella lotta alla ndrangheta, come quella del PM Pierpaolo Bruni. Riteniamo quindi che, oggi più che mai, bisogna stare vicini e rafforzare iniziative di così grande valore sociale come quella della carovana antimafia promossa da Libera.

 

Federazione provinciale PD Crotone

Stampa

DOCUMENTO CIRCOLO PD "PRIMERANO"

Clicca qui per scaricare il documento del Circolo Pd "Primerano" di Lamezia Terme: "SE NON E' PARITARIA NON E' DEMOCRAZIA" - La riforma delle leggi elettorali.

 

Stampa

PD CROTONE, RIUNITA LA DIREZIONE PROVINCIALE

Si è riunita venerdì 11 aprile scorso, la Direzione Provinciale del PD crotonese. All’ordine del giorno le prossime elezioni europee e un’approfondita analisi sull’attuale situazione politica sia locale che regionale. Alla Direzione presieduta dal Presidente Franco Seminario erano presenti il segretario Arturo Crugliano Pantisano, il vice segretario Giuseppe dell’Aquila,  il Sindaco e Presidente regionale del partito Peppino Vallone, l’Onorevole Nicodemo Oliverio, ed Presidente della commissione di garanzia Pietro Secreti.

Numerosi gli interventi nel corso dell’incontro, che hanno per larga parte voluto incentrare l’attenzione sull’importante passaggio politico che da qui a pochissimi mesi si compirà con l’appuntamento elettorale che interesserà ben dodici comuni della provincia. Allo stato attuale tranne pochissime realtà, in quasi tutti i comuni si è già trovata ampia convergenza sui candidati da proporre agli elettori. Grande attenzione anche alla situazione regionale e alle sue possibili evoluzioni, le dimissioni annunciate da Scopelliti sono solo servite come uno spot, prive di significato istituzionale e politico visto e considerato che il Presidente delle regione è ancora ben aggrappato alla sua poltrona. Ma la riunione è stata anche occasione per dare una valutazione circa la figura del prossimo candidato che sarà espressione del centro sinistra, un candidato che potrà anche uscire da primarie ma che dovrà comunque assumersi l’impegno di essere sintesi delle diverse sensibilità del partito, un candidato per essere più precisi che anche se figlio di una competizione interna sia disposto a costruire un percorso successivo unitario.

Infine le elezioni europee, da sempre la meno sentita delle competizioni elettorali, ma che negli ultimi anni ha assunto un ruolo politico importante e dall’esito delle quali dipenderà in modo forte la nuova visione di Europa che verrà consegnata alle future generazioni. La Calabria, regione rientrante ancora per poco nell’obiettivo 1, non può non dare il suo contributo per definire la prossima idea di Europa, perché anche da queste elezioni dipenderanno le possibilità o meno per le regioni più deboli di poter coesistere con quelle più forti in un sistema di sussidiarietà e solidarietà.

La Direzione infine ha salutato con entusiasmo e con un lungo applauso il ritorno in seno al Pd del prof. Carmine Talarico, deliberato all'’unanimità dalla Commissione di Garanzia presieduta da Pietro Secreti. La Direzione tornerà a riunirsi nei prossimi giorni per deliberare sulle candidature dei sindaci del Pd alle prossime iniziative.

DOVE SIAMO