Stampa

KR, ISTITUITA CONSULTA DEI SINDACI

Ieri 18 giugno, presso la Federazione provinciale del Partito Democratico di Crotone, si sono riuniti tutti i sindaci del PD alla presenza del Segretario di Federazione Arturo Crugliano Pantisano. Nel corso dell’incontro è stata costituita la consulta provinciale dei Sindaci del PD della quale coordinatrice, è stata nominata il Sindaco di Caccuri Marianna Caligiuri. Al margine della riunione, la stessa ha sottolineato che, nonostante le peculiarità specifiche, i problemi che affliggono le varie comunità di appartenenza presentano moltissimi similitudini e necessitano di una soluzione univoca e condivisa. L’intento precipuo è infatti quello di migliorare le condizioni dei singoli comuni e, conseguentemente, dell’intero  territorio. La consulta si pone come la manifestazione del desiderio non solo  di creare un approccio nuovo nei rapporti tra i vari enti locali ma anche di recuperare il senso di appartenenza al PD e la consapevolezza necessaria che essere espressione di una forza politica significa concretizzare l’attività amministrativa quotidiana secondo uno schema valoriale ben definito. Solo, infatti, attraverso un’azione sinergica e comune in linea con quello che il PD è ora e vuole diventare domani, sarà possibile sottolineare le differenze rispetto  alle altre formazioni politiche  e si potrà concretamente  fornire all’elettorato una proposta reale, chiara   e dai contorni ben definiti.  La provincia di Crotone vuole diventare laboratorio di un progetto più grande e più importante, il modello di un nuovo modo di fare rete, che , superando definitivamente i campanilismi , porti , invece a considerare ogni singolo comune come una parte di un tutto inscindibile. E proprio alla luce di questa consapevolezza si è già proceduto ad iniziare l ‘ analisi che sarà oggetto  di successivo approfondimento specifico, di problematiche che riguardano tutti , dall’emergenza rifiuti, alla carenza idrica e, soprattutto, dei rapporti con SOAKRO, ai prossimi impegni conseguenti al riassetto delle province con riferimento all’attuazione del DDL 1542/B che procederà entro il prossimo 30 settembre all’elezione del Consiglio provinciale.

Stampa

NOTA PANTISANO SU SANITA'

La sanità è al contempo un patrimonio di tutti e un problema che accomuna tutte le forze politiche nel dovere di tutelarla. Il ruolo preponderante della sanità pubblica non può e non deve inibire alcuna iniziativa privata, ma è altrettanto opportuno ribadire che il partito democratico ha sempre ritenuto che prima di smantellare il pubblico a favore del privato si dovrebbe verificare le possibilità di rafforzare la prima e supportare la seconda in un ottica di complementarietà e non concorrenzialità. Il Partito democratico esprime pieno sostegno agli interventi degli Onorevoli Nicodemo Oliverio e Francesco Sulla che nel corso del tempo hanno animato politicamente la “vicenda” del Marrelli Hospital.  I nostri rappresentanti istituzionali non solo non si sono mai discostati da questi elementari e sacrosanti concetti, ma hanno semplicemente inteso tutelare la sanità pubblica di questo territorio chiedendone maggiore rispetto da parte di chi per ruolo e per competenza è chiamato a decidere.

Intendere questa posizione come campagna di disinformazione e di delegittimazione di quanti investono nella sanità privata è erroneo e fuorviante oltre che pericoloso. Parlare di sanità è certo cosa difficile, soprattutto in una regione come la nostra, dove in tanti casi il conflitto di interesse è piuttosto palese e nella quale è innegabile che si è creata l’ambigua situazione tra la titolarità del potere politico e di governo e la riconducibilità di alcune azioni messe in campo.

Al PD preme non solo migliorare la qualità dei servizi sanitari, ma anche e ugualmente, salvaguardare i posti di lavoro che sia la sanità privata ma soprattutto quella pubblica creano e garantiscono in Calabria.  Sia nel settore privato che in quello pubblico infatti i tagli dei posti letto provocano ricadute negative anche su i livelli di occupazione dove il rapporto proporzionale è di due operatori per posto letto.

Chi per ruolo politico e in questo caso anche istituzionale si trova a dovere esprimere una posizione politica, non può non riflettere sui soggetti che agiscono e la tempistica con le quali determinati percorsi imprenditoriali hanno preso forma.  Nessun dirigente del PD ad alcun  livello ha interesse ad inibire l’iniziativa privata, nella sanità come in nessun altro settore, ma è doveroso ribadire e non sottacere le stranezze e le incertezze che da troppo tempo si susseguono con preoccupante regolarità in tutta la regione in tema di sanità.

Chi per ruolo governa i processi, deve essere capace di confrontarsi apertamente su tutte le questioni affrontate e mai risolte nel crotonese nel settore sanitario, deficitario da tutti i punti di vista e le cui difficoltà e storture sono palesi agli occhi di tutti coloro che per i più svariati motivi hanno necessità di cure al nosocomio cittadino, sempre più ridimensionato e compresso da una spending rewiew obbligata dalla faciloneria con la quale negli anni si è gestita la sanità pubblica. Voglio tranquillizzare tutti sul fatto che non è in atto alcuna caccia alle streghe ne alcun attacco motivato da calcoli o ragioni politiche, ma solo la volontà da parte nostra e dei nostri rappresentanti istituzionali di eliminare una volta per tutte i dubbi che la sanità crotonese sia divenuta una coperta troppo corta dove per fare spazio al privato si lascia scoperto il pubblico servizio.

Crotone, lì 19 giugno 2014

Arturo Crugliano Pantisano

Segretario di Federazione PD Crotone

Stampa

MASSIMILLA: "PD NELLA GIUSTA DIREZIONE, BELVEDERE IN PRIMA LINEA"


«Registro con grande soddisfazione l’esito dell’incontro #primaveracalabra al quale ho partecipato ieri pomeriggio a Cosenza e nel quale si sono ritrovati tutti coloro che si stanno impegnando per un rinnovamento radicale del Pd, sull’onda di quello che Matteo Renzi sta facendo nel Paese oltre che nel partito», lo dice Ugo Massimilla segretario del circolo PD di Belvedere Marittimo. Dice ancora il segretario: « C’è stata grande attenzione e grande partecipazione, infatti, ieri in una sala gremita soprattutto da giovani. Segno che la direzione intrapresa dal Pd di Renzi è quella giusta e che c’è voglia di politica, di buona politica. E’ emersa, dai percorsi personali di ciascuno e dagli intendimenti e le proposte avanzate, una chiara volontà di rinnovare realmente e concretamente. Un cambiamento che deve passare dai contenuti e dalle idee e che si dovrà, da subito, concretare nell’assoluta novità delle persone che comporranno le liste che il PD presenterà a cominciare dalle elezioni regionali ». Massimilla si sofferma quindi sul Circolo di Belvedere Marittimo: «Anche qui procederemo celermente a portare avanti un’azione di rinnovamento più decisa ed incisiva – dice il segretario cittadino -. A breve, infatti, nomineremo una segreteria che sarà particolarmente rinnovata e apriremo una nuova sede in Via G. Fortunato dove, tra le altre cose, procederemo al tesseramento di tutti coloro che vorranno condividere il percorso politico del PD. Nel contempo avvieremo un’azione di opposizione costruttiva e propositiva nei confronti dell’Amministrazione Comunale da poco insediatasi. Un’opposizione che sarà basata sui contenuti e non sulle polemiche pretestuose e che partirà da una richiesta di rendere più vivibile la Città.»

DOVE SIAMO