Stampa

INTERVENTO LUIGI GUGLIELMELLI

 

L'indagine della DDA che ha portato all'arresto di un ex Assessore regionale e di altre persone tra cui alti burocrati e imprenditori disegna un quadro inquietante ed odioso. Secondo gli inquirenti, infatti, sarebbero stati distratti i fondi del "credito sociale" ovvero i fondi destinati alle famiglie calabresi con gravi problemi di indigenza.
Saremmo di fronte, se le indagini dovessero portare a condanne definitive, ad un atto incivile, odioso e tra i più criminali: il furto di risorse destinate a chi più soffre in questa regione con la complicità di settori dello stato e della 'Ndrangheta. Saremmo di fronte a Robin Hood rovesciati pronti a rubare ai poveri per continuare ad arricchire le casse di servitori pubblici infedeli, politici corrotti e criminali.
La vera svolta che il governo regionale sta imprimendo alla Calabria riguarda proprio l'etica pubblica e la correttezza dei comportamenti. Come ha detto il Presidente Oliverio siamo impegnati per riportare legalità e trasparenza alla guida dell'azione amministrativa regionale. Basterebbe questo in Calabria per avviare e, ormai, proseguire una rivoluzione culturale e politica. Chi, invece, afferma che questo significa non aver detto nulla allora si macchia, nella migliore delle ipotesi, di superficialità e nella peggiore di complicità.

Luigi Guglielmelli

Segretario Pd Cosenza

DOVE SIAMO